a cura di

Scheda Film

Un’opera di una tale grandezza che è veramente arduo abbracciarne in poche parole la sconfinata semantica. Kieslowski si cimenta con sguardo intellettualmente disincantato (scevro cioè da ogni prodromo di materialismo) ai Dieci Comandamenti. Il suo sguardo non è lo sguardo di un ateo alla fede, ma la speculazione di un uomo di fronte all’infinito. Originariamente uscito per la TV polacca e diviso in 10 puntate, una per ciascun comandamento, è un’opera di una compattezza stilistica granitica, ma al contempo di una profondità di campo che disorienta. Ogni episodio sviscera il relativo comandamento mettendone in luce contraddizioni e rimandi esistenziali. Ogni episodio tenta di permeare il verbo divino attraverso una storia umana che ne incarni il messaggio e lo trasfiguri in una poetica cristallina. Kieslowski gioca sempre sulle dicotomie: fede e conoscenza, Dio e Ragione, uomo e divino. Il risultato rimane un’opera di altissimo ingegno, di un lirismo purissimo, di grande tecnica registica. Un vero e proprio punto d’arrivo della cinematografia moderna.

Titolo originale: Dekalog

Compralo su Amazon

Video & Foto

3 video 6 foto

Commenti

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *