Recensione a cura di

Scheda Film

Distribuito in Italia anche con il titolo di Lulu è il secondo dei due film di Pabst usciti nel 1929 (l’altro è Diario di una Donna Perduta). Anche in questo film un ritratto di donna fatale: ammaliatrice, maitresse perversa e oggetto del desiderio Lulu è l’archetipo della sensualità. Seduce il fidanzato della figlia di un ministro per poi flirtare con il figlio di questi. Sposatasi col padre chiede di essere uccisa ma uccide a sua volta. Uscita di prigione ripara a Londra con l’amante. Qui dopo varie peripezie conoscerà la lama di Jack lo Squartatore. Una donna eccessiva in tutto: smodata negli affetti, affabulatrice fino all’ipnosi, grondante di un fascino oscuro e ineludibile. Icona di donna cesellata da un Pabst espressionista. Un’opera di straordinaria luce iconografica.

Titolo originale: Die Büchse der Pandora

Compralo su Amazon

Video & Foto

1 video 6 foto

Commenti

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *