3 voti 5
Recensione a cura di

Scheda Film

Ivan Groznyy è soltanto la prima parte di un’ipotetica trilogia che Eisenstein progettò per celebrare i fasti di uno Zar che per primo seppe unire tutta la galassia russa. La seconda parte dal titolo “La congiura dei boiardi” fu completata nel 1958 e mai distribuita, a causa della censura posta sull’opera dal PCUS di allora. La terza parte purtroppo non fu mai girata, ne esistono soltanto due spezzoni ritrovati recentemente negli archivi di qualche oscuro ufficio moscovita. Il film narra la vita dello Zar Ivan (1547 – 1584): la travagliata vita di corte, la congiura dei boiardi a lui ostili, l’esilio volontario in convento, il ritorno trionfale a Mosca, le guerre conquistatrici e pacificatrici. Uno sguardo che abbraccia mezzo secolo di storia in cui la Russia trovò la consapevolezza di un’unità a portata di mano. Il Maestro indugia sulla dignità, sulla fierezza, sul carattere semi-divino di Ivan. Nel farlo crea un’opera magistrale, in cui profondità prospettica, sensibilità estetica e gusto per l’indagine psicologica raggiungono vette di aulico lirismo. Tuttora inarrivabile per gran parte dei registi contemporanei.

Titolo originale: Ivan Groznyy

Compralo su Amazon

Video & Photo

2 video 6 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.