a cura di

Scheda Film

Una feroce e disincantata critica ad ogni forma di guerra attraverso il levigato occhio di Monicelli e le magistrali interpretazioni di Sordi e Gassman. La storia racconta le imprese di due amici che tentano in ogni modo di evitare la chiamata alle armi del 1916 per la Grande Guerra. Inutile dire che i due si ritroveranno a combattere sul fronte e consolideranno un’amicizia insperata. Troveranno tempo e modo di trascorrere un relativo periodo di pace nel villaggio di Tigliano, dove uno dei due riuscirà persino ad innamorarsi di una prostituta locale. Finchè una missione vitale non li strapperà a quella effimera quiete catapultandoli di nuovo nell’aspro infuriare della battaglia. Un meraviglioso equilibrio tra commedia e dramma, una mirabile convergenza tra ironia e messaggio antibellico. Quegli uomini che soffrono in trincea siamo noi, Monicelli ci conduce per mano all’interno di una guerra per denunciarne gli orrori sorridendo, un’operazione narrativa che poteva riuscire soltanto a lui, specialmente nell’immediato dopoguerra italiano, quando le ferite non erano ancora del tutto rimarginate. Un film che riesce a fondere neorealismo e commedia all’italiana.

Titolo originale: La Grande Guerra

Compralo su Amazon

Video & Foto

2 video 6 foto

Commenti

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *