Recensione a cura di

Scheda Film

Un film davvero unico questo di Clouzot, grande talento visionario nell’imprimere su pellicola uno spettro analitico della realtà attraverso una leggera distorsione focale venata di assurdo. La storia è quella di quattro uomini, due francesi, uno svedese e un italiano, che in una cittadina sperduta del Sudamerica si imbarcano in una missione a dir poco pericolosa. Trasportare su due camion un carico di nitroglicerina per recarsi a spegnere un pozzo petrolifero in fiamme, a 600 km. di distanza. Clouzot è abile nel tracciare il profilo di ognuno degli uomini e ricavarne una maschera gonfia di biascicata ironia. Il film è una miniera iconografica con una fotografia a dir poco splendida che ritrae il paesaggio amazzonico nella sua lussureggiante bellezza. Il ritmo è forsennato dall’inizio alla fine, Clouzot non toglie mai il piede dall’acceleratore conducendoci a spron battuto verso il punto focale del film. Tutto si sussegue a folle velocità, ogni momento è direttamente inghiottito dal seguente, Clouzot tiene sospeso ogni secondo, fino all’esplosione del tremendo dramma. Da un romanzo di Arnaud che a suo tempo passò quasi inosservato. Un vero e proprio tesoro del cinema francese che vi consigliamo caldamente di non perdere.

Titolo originale: Le salaire de la peur

Compralo su Amazon

Video & Foto

1 video 4 foto

Commenti

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *