La seconda puntata della nona stagione introduce un nuovo elemento nella cricca, la “recluta” Thomas Filippi, compaesano di Federico nonché giovine amante del cinema, squinternato quanto basta per avere le credenziali in regola per far parte dell’organico dei viaggiatori lunari.
La puntata aderisce alle classiche nuances che ormai da 9 anni ci caratterizzano, due ore sembrano non bastare mai per le centinaia di argomenti che vengono tirati in ballo da Quelli Là.
All’inizio si trova il tempo per parlare dell’ormai celeberrima serie “Rick & Morty” la cui ultima stagione (non in quanto conclusiva) è giunta da poco su Netflix. Si palleggia tra idiosincrasie varie, come l’incapacità di sopportare il giovane Di Caprio da parte del Minguzzi e il fatto che Chalamet sia segretamente odiato dal Filippi, anche se ora segreto non è più in quanto agli atti della storia podcastica. Segue un breve dibattito sul livello di narcolessia che può far sopraggiungere “Titanic”, sentimento condiviso tra l’ottimo Bedo e Federico, mentre i giovinastri Filippi e Scappini sostengono che sia un conclamato capolavoro del cinema. In tutto questo il Checco si sbilancia poco e assume un tono neutrale, travestendosi da Svizzera.
Dopo l’ordinato caos iniziale, la puntata assume toni di pseudo-ufficialità quando si sprofonda fino ai gomiti all’interno di una sequela di news perlopiù infinita, alcuni elementi di VnL si elevano a paragnosta della domenica e fanno predizioni su svariati film che, però, al di là degli scherzi e del sollazzo, meritano sicuramente la visione per particolarità. Si è disquisito di: “FREAKS OUT” di Mainetti (con mini-dibattito sul cinema italiano attuale), “FINCH” di Miguel Sapochnik con Tom Hanks, “BELFAST” di Kenneth Branagh – che ha tutte le carte in regola per risultare una pellicola molto importante per la filmografia del regista – “ROH” l’horror del folklore del regista malese Emir Ezwan, “ANONYMOUS ANIMALS” un altro horror di matrice francese del giovane regista Baptiste Rouevre su cui Federico ha puntato tutto il suo capitale, “RESIDENT EVIL – WELCOME TO RACCOON CITY” di Johannes Roberts, un reboot della saga che, sulla carta, ci dà la speranza di poter consegnare alla storia della settima arte qualcosa di potenzialmente filologico e affine al Survival Horror seminale che la Capcom ha consegnato alla posterità dell’intrattenimento videoludico ormai 27 anni fa.
Questo è molto altro ancora nella seconda puntata della nona stagione di VnL.
In studio: Francesco Morosini, Marco Belemmi, Federico Minguzzi, Lorenzo Scappini e Thomas Filippi.

Play

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.