3 voti 4.7
Recensione a cura di

Scheda Film

Il titolo originale del film è “Les Enfants du Paradis”, con riferimento a tutti quei ragazzi che si recavano a teatro e assistevano agli spettacoli dal loggione, una vera e propria casta sociale costituitasi all’interno dei teatri parigini. L’opera è firmata da Marcel Carné ed è un autentico capolavoro, una vera pietra miliare della settima arte. Ambientato nel 1840 a Parigi, narra le gesta del celeberrimo mimo Baptiste Debureau e della sua straordinaria arte. L’uomo si innamora perdutamente di Garance, dama affascinante ma volubile. Dopo una breve ma intensa storia i due si lasceranno per ritrovarsi a teatro. Un’opera dal duplice fascino: neorealista e romantica, scorci crudamente affascinanti teatro di grandi amori cantati anche da Flaubert e Hugo. Filmato in condizioni pressochè impossibili durante l’occupazione nazista di Parigi, Carnè riesce ad aggirare tutte le restrizioni che il nuovo regime impose agli artisti ultimando un’opera monumentale di oltre 3 ore. I personaggi sono artisti le cui rappresentazioni artistiche riflettono la loro vita dietro le quinte e al contempo il loro apparire in scena. Un’opera che venne connotata come fortemente simbolista ma che nelle intenzioni del suo autore doveva principalmente farsi carico di cantare quella miserevole condizione umana in cui cade ogni uomo a cui viene spezzato il cuore da un amore impossibile.

Titolo originale: Les enfants du paradis

Video & Photo

2 video 6 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.