4 voti 4.5

Scheda Film

Da un romanzo di Henry Farrell un meraviglioso viaggio attraverso la paranoia per mano di Robert Aldrich. Due sorelle vivono nella stessa villa decadente, vestigia di un passato in cui ambedue hanno ricoperto il ruolo di star del cinema. Jane fu infatti una star bambina eclissata dal successo della sorella Blanche. Ora che entrambi versano in solitudine devono abituarsi a convivere e Jane può avere la sua rivincita morale su Blanche che è inferma su una sedia a rotelle. Un viluppo di sordidi rancori avvolgerà come un caldo manto la loro vita, tra reciproci tranelli e squallide ripicche. Come voyeur nascosti nell’ombra seguiamo l’inquietante routine domestica delle due sorelle, entrando a far parte dell’atmosfera della casa attraverso un abile congegno narrativo che ci rende complici della vicenda, una sorta di patto tra lo spettatore e il regista suggellato nei polverosi recessi di quella vecchia casa. Tante le scene memorabili in cui Bette Davis sciorina un mestiere che è davvero rimasto insuperato, corre alla mente per esempio il rapporto malato di Jane con la sua bambola che ha il potere di farla regredire a bambina e che in una scena memorabile è oggetto di un canto da parte della vegliarda che ritorna fanciulla salvo poi risvegliarsi atterrita dalla sua immagine riflessa, mentre nella stanza accanto Blanche inorridisce ascoltando le sue urla. Menzione di merito per le due straordinarie attrici: Bette Davis e Joan Crawford: sublimi. Un’opera spietata che fa luce sui rancori familiari e sull’equilibrio instabile di un rapporto minato da rancori mai sopiti. Un film devastante, un lungo canto sull’amore fraterno corrotto.

Titolo originale: What Ever Happened to Baby Jane?

Video & Photo

2 videos 8 photos

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.