4 voti 4.5
Recensione a cura di

Scheda Film

Un’opera che consegnò Zinnemann all’Empireo Hollywoodiano con la vittoria di ben 8 oscar. Un film che racconta l’entrata in guerra degli USA dal punto di vista di alcuni soldati di stanza a Pearl Harbour, poco prima del fatale attacco giapponese. Ogni storia è caratterizzata da un forte legame amoroso e dalla rigidità della vita militare. Ogni personaggio viene scandagliato in ogni sua debolezza facendo di questo film un interessante strumento per capire meglio lo stato d’animo di una nazione durante la sua più grande sconfitta militare. Un film che destò anche qualche contrasto in seno all’Academy per l’assegnazione di così tante statuette (poi sarebbero venute opere che ne avrebbero vinte anche di più). E’ forse invecchiato male (ultimamente Hollywood è riuscita a scrollarsi di dosso il ridondante patriottismo che si respirava nelle vecchie pellicole ed in parte anche in questa), ma questo romanzo sulla seconda guerra mondiale rimane languidamente avvincente grazie ad un ritmo serrato e all’ottima recitazione, con punte di eccellenza di Burt Lancaster e Montgomery Clift. Sicuramente memorabile sia per gli espedienti narrativi che per la perizia cinematografica.

Titolo originale: From here to eternity

Video & Photo

2 video 6 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.