22 voti 4.7

Può un uomo privato di ogni più elementare diritto ritrovare conforto nella propria arte mentre intorno a lui dilaga il caos falciando uomini e cose senza alcuna distinzione? Polanski si affida alla Bellezza per ricostruire una dignità calpestata barbaramente, quasi che il sostrato estetico possa prevalere sul meccanicismo spietato della Storia. Basato sul romanzo autobiografico di Wladyslaw Szpilman, Il Pianista è un film davvero struggente con un degnissimo Adrien Brody nei panni del protagonista, attore dal talento indubbio e dalla verve recitativa di grande qualità. Siamo nella Varsavia del 1939, Wladislaw, talentuoso pianista ebreo, sta suonando Chopin in una registrazione per la radio polacca, quando giunge la notizia dell’invasione nazista della Polonia. Inizierà un’inesorabile caduta verso l’umiliazione della ghettizzazione, della deportazione, dell’annullamento personale. Wladislaw emergerà con la sua grande arte, come un diamante buttato nel fango. Un film sensazionale per ricostruzione storica, carisma registico (potrebbe essere altrimenti?), emozionante sceneggiatura, fotografia e montaggio assolutamente armonizzati alle atmosfere della narrazione e complementari alla visione d’insieme di un Polanski davvero ispirato.

Titolo originale: The Pianist

Video & Photo

2 videos 12 photos
  1. Avatar
    massimiliano 11 Aprile 2021

    Un buon film per mostrare quanto l'arte è o debba essere amorale, e quanto un artista sia un mezzo di trasporto più che un agente del mistero.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.