3 voti 5
Recensione a cura di

Scheda Film

Controverso e duramente osteggiato da una certa critica che non riuscì assolutamente a coglierne il rivoluzionario messaggio di denuncia sociale questo film di LeRoy è sopravvissuto alla falce del tempo ed è arrivato fino a noi intonso nella sua freschezza e nel suo straordinario impatto visivo. James Allen è un reduce di guerra e viene ingiustamente incarcerato per un crimine non commesso. Condannato ai lavori forzati evade dal carcere salvo poi costituirsi per denunciare gli abusi e l’inumana condizione a cui vengono assoggettati i detenuti. Preso di mira dal sistema penitenziario riuscirà ad evadere una seconda volta. Film girato con tecnica documentaristica e con importanti innovazioni tecniche (come l’accostare il ruolo del narratore a vicende in presa diretta mantenute in background). Notevole anche l’interpretazione di Paul Muni (ricevette una nomination senza vincere la statuetta), attore dal talento indiscutibile che non ebbe sicuramente il successo che meritava durante la sua carriera.

Titolo originale: I Am a Fugitive from a Chain Gang

Video & Photo

1 video 4 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.