4 voti 4.8
Recensione a cura di

Scheda Film

Uno dei capisaldi del genere horror. Firmato da Romero in un bianco e nero spettrale ma anche conturbante nei suoi raffinati risvolti estetici, inaugura un filone a cui torme di sceneggiatori e registi attingeranno a piene mani senza mai raggiungere le atmosfere macabre e opprimenti dell’archetipo originario. Sebbene non sia certo il primo film a tema zombie, ricordiamo che il primo in assoluto fu “White Zombie” di Victor Halperin del 1932, si può tuttavia affermare che con quest’opera lo zombie movie acquista dignità di sotto-genere dievenendo una specifica branca del genere Horror che avrà svariati interpreti nel corso degli anni a venire: Ed Wood, Mario Bava, Lucio Fulci, Wes Craven, Sam Raimi, John Carpenter, Peter Jackson, Roger Corman, Danny Boyle, Zack Snyder, Tobe Hooper per citare i più importanti. La trama è basata sulla “resurrezione” dei morti in forma quasi ferina. Le creature vagano per il mondo in cerca di carne umana con la quale placare la propria fame. Ogni loro morso genera un contagio che trasforma chi lo subisce in zombie. Alcuni sopravvissuti si riuniranno in una casa per resistere alle fameliche orde. All’interno della casa si stabilirà un microcosmo di relazioni che spesso sfoceranno in aperti contrasti. Celebri moltissime scene che fanno parte dell’immaginario terrificante di ognuno di noi, come la scena in cui i morti viventi infilano decine di braccia pencolanti attraverso i varchi di una porta sbarrata. O la scena terribile in cui una baby zombie si nutre solertemente della propria madre.

Titolo originale: Night of the Living Dead

Video & Photo

1 video 6 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.