4 voti 5
Recensione a cura di

Scheda Film

Un grande, appassionato ritratto di un uomo perduto nella propria passione per la musica. Un lucido studio di quanto a fondo l’arte possa permeare un animo e indurlo a prendere commiato dalla realtà per perdersi nei suoi arabescati recessi. Biswambhar Roy è uno stimato signorotto locale che ama la musica a tal punto da avergli dedicato una grande sala della sua magione per organizzarvi concerti e invitare i notabili e gli amici. Ma il suo patrimonio è tristemente in declino e nonostante gli avvertimenti della parsimoniosa moglie l’uomo seguita nella sua attività di organizzare concerti. Si ridurrà inevitabilmente sul lastrico e deciderà di organizzare un ultimo grandioso concerto per poi sparire nel nulla. Ray, sensibile e talentuoso uomo di cinema, si dimostra ancora una volta regista di indiscussa statura artistica realizzando un’opera toccante e profonda. Meravigliose le scene dei concerti, piani sequenza raffinati che si innervano mirabilmente alle note che salgono sobriamente alla ribalta creando una meravigliosa sensazione di pace, una sinestesia di musica e immagini accordata alla narrazione.

Titolo originale: Jalsaghar

Video & Photo

2 video 4 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.