2 voti 5
Recensione a cura di

Scheda Film

In questa nostra storia del cinema entra anche un ingegnere minerario, esploratore e avventuriero come Robert J. Flaherty. Com’è possibile, vi chiederete. Il fatto è che Flaherty, nella sua lunga esplorazione delle terre a nord del Canada, girò questo film documentario con l’intento etnologico di fornire all’Occidente un’idea delle condizioni di vita delle popolazioni dei Grandi Ghiacci. E naturalmente ne uscì un’opera di una tale vividezza, di una tale possente forze documentaria, da non poter passare inosservata nei cineclub e sulle fanzine di critica cinematografica. La storia è quella di Nanook, di etnia eschimese, e della sua famiglia. La sopravvivenza in condizioni impensabili, la vita di ogni giorno come atto di armonia con una natura ostile ma in qualche modo affascinante e terribile. Flaherty crea il genere documentaristico e dopo 90 anni sa ancora emozionarci. Non gli si potrebbe chiedere di più, n’est pas?

Titolo originale: Nanook of the North

Video & Photo

1 video 4 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.