3 voti 5
Recensione a cura di

Scheda Film

Visconti si accosta da par suo al melodramma romantico e ne raffina gli stilemi filtrandolo con uno sguardo tipicamente decadente da intellettuale mitteleuropeo. Il risultato è un film dallo straordinario rigore formale da un lato, con la sua lussureggiante sequela di ritratti cesellati e fini ambientazioni, dall’altro un’opera che spinge la sua indagine psicologica dentro un amore titanico e ne scompone cinicamente gli elementi costitutivi. La storia è incentrata sul tradimento alla patria da parte di una Contessa innamorata di un tenente austriaco, sullo sfondo della guerra austro-ungarica del 1866. L’uomo si dimostrerà ben poca cosa dinanzi al potente sentimento profuso dalla donna. Da un romanzo di Camillo Boito, Visconti, con l’ausilio di uno stuolo eccellente di sceneggiatori (anche il grande Tennessee Williams tra questi), stravolge il romanticismo di maniera e ne fa una sorta di psicodramma di vellutata raffinatezza. Un’opera rara e preziosa del cinema italiano.

Titolo originale: Senso

Video & Photo

1 video 6 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.