4 voti 4.8

Scheda Film

Ford al suo terzo film western delinea la sua poetica attraverso il mito della sparatoria di Tombstone, leggendario evento ripreso tra gli altri anche da Sturges in Sfida all’Ok Corral. My Darling Clementine è un’opera che alterna possenti digressioni icastiche a momenti di intima introspezione, dove l’occhio inquieto di Ford scava nei recessi emozionali del protagonista mettendone a nudo contraddizioni e pulsioni umane. Wyatt Earp è deciso a vendicare la morte del fratello avvenuta per mano di una banda di fuorilegge, i famigerati Clanton. Per farlo non esita a farsi eleggere sceriffo. Si metterà sulle tracce della banda e la affronterà a Tombstone, potendo contare sull’aiuto di un dottore alcolizzato e della sua fida Colt. Davanti a un tale film si ha la netta impressione di assistere a qualcosa di velatamente grandioso, un senso di grandezza in fieri che aleggia per tutta l’opera e le dona un fascino ineguagliabile, quasi mistico. Ford, maestro di un certo tipo di West, una sorta di zona dell’animo in chiaroscuro, ci accompagna come un elegante anfitrione attraverso le sue avvincenti storie e noi, docilmente, ci lasciamo guidare più che volentieri in questo selvaggio mondo.

Titolo originale: My Darling Clementine

Video & Photo

3 videos 8 photos

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.