6 voti 4.8
Recensione a cura di

Scheda Film

Camillo Mastrocinque, uno dei padri della commedia all’italiana, dirige la splendida coppia Totò & Peppino in un film demenziale, ironico e sarcastico. La storia vede i due zii Totò e Peppino andare a caccia del nipote nel profondo Nord per fargli mettere la testa a posto. Milano non è mai stata così aliena e straniera agli occhi di due partenopei. Una citazione doverosa alla celeberrima scena in cui i due redigono una lettera per tentare di corrompere la donna che ha fatto perdere la testa al nipote. Va da sè che l’italiano dell’epistola è assolutamente barcollante. Da notare come la verve comica infusa nella sceneggiatura, come spesso accade nei film di Totò, presenti dei ritmi incalzanti e assolutamente perfetti nel loro sincronizzarsi alla narrazione. L’opera presenta anche un tentativo neppur troppo velato di denunciare le diseguaglianze sociali tra Nord e Sud, ed il razzismo latente che gli italiani del Sud devono quotidianamente subire al nord. Un film che riconcilia con il sorriso, ma che in tralice, tra mille risate, fa anche pensare.

Titolo originale: Totò, Peppino e la Malafemmina

Video & Photo

1 video 4 foto

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.