Tornano i ragazzi di Viaggio nella Luna con una trasmissione quasi interamente dedicata ai Golden Globe 2019 e al ritorno di Spike Lee con il suo ultimo film BlacKkKlansman.

Tre i film che hanno spadroneggiato all’edizione 2019 dei Golden Globe: Bohemian Rhapsody di Bryan Singer, Roma di Alfonso Cuaron e Green Book di Peter Farrelly. In particolar modo il film di Singer ha fatto un po’ da mattatore della manifestazione strappando il premio per il miglior film e per il miglior attore protagonista (Rami Malek). Nel corso della puntata si è preso in esame ogni premio attribuito facendo il punto della situazione e dispensando giudizi un po’ qua e un po’ là.

Marco infine ci segnala il grande ritorno di un regista che mancava da troppo tempo sul palcoscenico cinematografico internazionale: Spike Lee. Il regista era da tanto che non riusciva più ad esprimersi sui suoi altissimi livelli qualitativi e con BlacKkKlansman riesce finalmente a creare un’opera di altissimo impatto emotivo e politico affrontando un tema più che mai spinoso di questi tempi: i conflitti etnici e il razzismo strisciante.

Lo fa con una storia tratta da una vicenda realmente accaduta in cui un poliziotto di colore riesce ad infiltrarsi nel Ku Klux Klan avvalendosi della collaborazione di un suo collega di nascita ebrea. Così due delle etnie più invise al suprematismo bianco americano degli anni 70 riescono a gabbare una delle organizzazioni più spietatamente razziste mai sorte negli States. Spike Lee riesce a non essere feroce nella sua visione narrativa, ma semplicemente si serve di un crepitante didascalismo unito ad una sottile ironia che a tratti sfocia in aperta parodia. Molto bello. Godibile. Coinvolgente. Bentornato Spike, ti aspettavamo.

Per chi desiderasse maggiori dettagli su tutto questo non ha che da ascoltarsi il podcast qui sotto. In studio hanno condotto Federico Minguzzi (the voice), Lorenzo Scappini (scappo di prigione), Francesco Morosini (checcoman) e Marco Belemmi (chez bedo). Buon Ascolto.

Esegui

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.