E’ l’evento del mese di ottobre dopo che settembre è stato il mese di Once Upon a Time in Hollywood: stiamo parlando del Joker di Todd Phillips, meravigliosa creatura sospesa tra intimismo e superomismo.

I ragazzi di VnL si buttano ovviamente a pesce sull’opera che segna una cesura netta nel cinefumetto tout court per travalicarne il senso programmatico e disegnare nuovi orizzonti semantici. Si è parlato a lungo di questo personaggio ossessivamente spiato da Phillips e di come la sua telecamera ne risucchi i più intimi recessi e lo segua in ogni fotogramma del film, si è parlato della degradazione metropolitana di Gotham e di come il milieu urbano funga da culla per questa orrenda trasformazione che rimane sotto-traccia lasciando allo spettatore un retrogusto di segreto mal celato. Si è parlato di come l’embrione della malvagità venga coltivato in un uomo gettato ai margini da una società che lo rifiuta, di come questo orribile feto cresca lentamente fino a plasmarsi in un ghigno spastico, in una risata roca e tagliente che squarcia la notte di Gotham e ne resuscita le paure più recondite. Si è parlato di Arthur Fleck come di un fratello sfortunato, uno di quegli uomini che vorremmo aiutare ma che non riusciamo a capire fino in fondo, un uomo sopraffatto dagli eventi e dalla vita, una creatura germinalmente abominevole dotata di una paranoica frequenza di pensiero capace di instillare una paura inconscia e atavica, come di un temporale in arrivo, nascosto in un nubifragio invisibile.

Arthur Fleck è la sconfitta della Città, la sua cancerosa mutilazione, la sua straniante metamorfosi in qualcosa di latente, oscuro e intangibile. Arthur Fleck è la nostra parte oscura che riaffiora nella sconfitta finale.

La seconda parte della trasmissione, dopo l’ampia disamina di Joker, è dedicata a due opere televisive: il film prodotto da Netflix El Camino e la Serie TV The Boys prodotta da Amazon. Due opere, çava sans dire, meravigliose, che arricchiscono, qualora ce ne fosse bisogno, l’offerta televisiva di due colossi dello streaming e che contribuiscono a sottrarre nuovi alibi a chi ancora si ostina a non abbonarsi a queste due piattaforme ormai irrinunciabili per chi ama il cinema (aggiungeremmo anche Mubi ai servizi da non perdere in TV, cosa di cui parleremo nelle prossime puntate).

El Camino è il sequel dell’acclamata Serie Tv Breaking Bad e mai più parola è stata esatta nel definire un’opera, infatti il film scritto da Vince Gilligan riprende esattamente dalla scena finale di Breaking Bad e segue le concitate ore di Jesse Pinkman dopo la triste dipartita di Walter. Il Film appare subito perfetto, girato con filtri cromatici assolutamente indovinati che ne acuiscono il senso di dispersione semantica e lasciano un sapore di insoluto al palato, una situazione irrisolta che sta però per essere definitivamente chiarita. Vecchi personaggi riaffiorano alla memoria dalle nebbie di Breaking Bad e non ne parleremo qui per non togliervi il gusto della sorpresa.

The Boys è una serie tv che dalla truppa di VnL viene dichiarata migliore opera televisiva del 2019 alla pari di Chernobyl. E in effetti la creatura di Eric Kripke, che prende le mosse dall’omonimo fumetto del talentuoso Garth Ennis, si distingue per originalità, sontuosa messa in scena e ritmo narrativo, tre elementi che riescono a restituire la cifra esatta dell’opera di Ennis contestualizzandone le atmosfere e i più invisibili sentieri narrativi. E così l’epopea di questi supereroi metropolitani gestiti da un’oscura multinazionale interessata solamente a spremerne i profitti, diviene metafora della società odierna e del suo grottesco andamento.

Questo ed altro troverete nel podcast di questa fantasmagorica puntata di Viaggio nella Luna, una trasmissione di cinema che vi terrà incollati al divano, non vi resta che premere play e iniziare l’ascolto!

In studio hanno condotto questa ineffabile puntata: Federico Minguzzi, Alessandro Nunziata, Lorenzo Scappini, Marco Belemmi e Francesco Morosini. Buon Ascolto.

Play

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.