Quando si parla di Cinema Orientale ci si disperde in una miriade di meandri, ognuno da esplorare, ognuno ricolmo di tesori inestimabili. E’ grazie a questo semplice assunto che i ragazzi di Viaggio nella luna hanno deciso di intraprendere questo periglioso viaggio alla ricerca di rare perle da offrire ai propri avidi ascoltatori.

Salta fuori così, dopo un’ampia perifrasi introduttiva di 50 minuti sui più disparati argomenti cinematografici, un film del 2018 di Lee Seung-won che ha fatto discutere le platee di mezzo mondo sul significato di cinema nel suo farsi. Il film narra la storia di un ex detective che si infiltra all’interno di una comunità detentiva posta su una remota isola della Corea per vendicarsi di chi ha ucciso la sua famiglia. All’interno di questo microcosmo criminale, in questo immenso scenario detentivo che ricorda da vicino le atmosfere claustrofobiche di 1997 Fuga da New York, il protagonista darà libero sfogo alla propria ferinità finendo per subire l’ammaliante fascino della violenza che in quell’angolo dimenticato da Dio regna sovrano. Il film raccontato da Federico ha il suo punto focale nella cruciale dicotomia tra bene e male che convive all’interno dell’animo del protagonista, quasi che le due sfere etiche si compenetrino e cambino morfologia in corso d’opera. Un’affascinante opera, questa di Lee Seung-won, che non ha mancato di mietere consensi tra varie culture cinematografiche disseminate lungo questo nostro Pianeta Terra.

Marco ci parla di Departures e la scena s’illumina. Film giapponese del 2008 a firma dell’ottimo Yôjirô Takita, una delicata storia di come un violoncellista si ricicli in esteta tanatoico (ovvero colui che si occupi della cosmesi dei defunti). Il film, di una bellezza primitiva e abbacinante, gioca il suo sommesso sentiero narrativo attraverso i boschi del silenzio e della pace, quasi a non voler disturbare la quiete dei morti. Un film che conquista grazie alle sue atmosfere sussurrate e alla sua frammentaria quotidianità. Sicuramente da non perdere.

Questo ed altro ancora sul registro sempre in fibrillazione di Viaggio nella Luna, la trasmissione che ti porta sempre dove esiste del Buon Cinema da vedere, da vivere, da respirare.

Buon Ascolto.

Esegui

Articoli correlati

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.